Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto
umamiarea
Facebook Twitter Youtube Newsletter
magazine
condividi: share facebook tweet this email

Lunedì 22 marzo ore 17:00 - Lectio Magistralis in diretta Facebook sull'argomento della filiera del caffè socialmente responsabile del caffè

19/03/2021

ultimo aggiornamento 20/03/2021 11:08:23

Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini presentano Andrej Godina e il libro Zero Caffè all'interno di un evento dell'Università Telematica San Raffaele

lectio magistralis universita telematica san raffaele.jpg
Lunedì 22 marzo alle ore 17:00 
Diretta Facebook dell'Università Telematica San Raffaele
https://www.facebook.com/unisanraffaele 

La filiera del caffè è una delle più frammentate nel panorama delle commodity quotate in borsa e spesso non assicura ai paesi di produzione un giusto riconosimento economico sul prezzo di vendita del caffè prodotto. La commodity del caffè è la seconda merceologia scambiata al mondo per valore e genera milioni di posti di lavoro in tutto il mondo, sia nei paesi di produzione dislocati nella fascia tropicale del pianeta che in tutti gli altri paesi consumatori.

La lectio magistralis dell'Università Telematica San Rafaele di lunedì 22 marzo alle ore 17:00 propone un incontro guidato da Alex Revelli Sorini e da Susanna Cutini dal tema "Zero Caffè, il dirtitto alla felicità". L'ospite, Andrej Godina, coautore del saggio Zero Caffè, presenterà la filiera del caffè declinata dal punto di vista della responsabilità sociale e del dirtitto alla felicità di tutti gli attori della filiera a partire dai contadini che producono il caffè. Spesso l'atto di consumare un caffè nei paesi consumatori non garatntisce il pagamento del giusto prezzo al contadino: le borse merci di New York e Londra determinano il prezzo al quale il caffè verde è pagato nei paesi di origine e spesso questo prezzo è il frutto di contrattazioni speculative rivolte al ribasso.

Andrej Godina - caffesperto: "produrre un kg di caffè verde nei paesi di origine, in piantagioni piccole di 2-3 ettari, dove il lavoro è svolto da un unico nucleo familiare, è un lavoro faticoso e costoso. Spesso il prezzo di vendita del caffè verde fissato dalle borse merci è troppo basso, iniquo, ingiusto e in taluni casi non riesce a coprire nemmeno i costi di produzione. E' per questo motivo che con altri 33 osci abbiamo comprato una piantagione di caffè in Honduras per dimostrare che produrre un buon caffè che sia anche sostenibile è possibile. Il caffè della nostra piantagione finca Rio Colorado, importato e tostato da B.FarmAnna Caffè impresa sociale, è socialmente responsabile e procura tanti piccole porzioni di "felicità" lunga tutta la filiera. Il saggio Zero Caffè è un racconto di filiera che vuole scuotere gli animi, rendere più consapevoli i consumatori di caffè e diffondere una cultura buona, giusta e vera."

 
Mediagallery